Vai al contenuto della pagina Vai al menu di navigazione

Studio Legale Fava

Logo dello Studio Legale Fava con immagine di pagine di quotidiani
Ti trovi in: Home > La nostra opinione In che stato viviamo!

In che stato viviamo!

Di Gianluca Fava - 19/05/2014

Caro lettore, gentile lettrice,

i fatti di questi giorni mi hanno spinto a scrivere quanto segue:

Gli stadi sono sempre più pieni di teppisti più o meno legati alla mala vita che pretendono di "regnare" indisturbati, decidendo se si deve giocare, quando, come, se sugli spalti si deve cantare, cosa, come, quando e, mentre le persone per bene sono oggetto di vere e proprie perquisizioni ai limiti dell'illegale ed anche una trombetta, una bandiera o un pettine in borsa sono considerati pericolosi, prima, durante e dopo una partita di calcio, si ode il rumore assordante di petardi spesso anche copiosi, esplosi all'interno dello stadio! E' ancora presto per eliminare il calcio dall'Italia o, almeno, far disputare le partite di calcio a porte chiuse?

Le prostitute sono sempre più oggetto di rapine, aggressioni di ogni genere ed adesso anche di, udite udite, "crocifissioni"; ma è ancora presto per rivedere seriamente la Legge Merlin?

Le forze dell'ordine applaudono (per esprimere un discutibile sostegno) loro colleghi condannati in un processo penale!

Il clero continua a fare poco o nulla contro i propri pedofili!

I parlamentari, sempre più incuranti del popolo, si "macchiano" continuamente di risse, ingiurie, calunnie e diffamazioni!

Gli emarginati in genere sembra che diano sempre più fastidio!

La meritocrazia non esiste più, tant'è che si parla ancora di quote rosa nelle liste elettorali e, ad esempio, Emma Bonino ed Annamaria Cancellieri non sono più Ministri!

Un giovane, magari laureato, non riesce a trovare agevolmente un lavoro, quindi non può comprarsi una casa, quindi non può sposarsi!

Il patrimonio storico (vedi Pompei e la valle dei templi) è abbandonato ad un triste destino!

Politici svegliatevi, smettetela con le vostre battaglie demagogiche e rendetevi finalmente conto in che Stato viviamo, perchè in Italia vige ancora una Costituzione ed un Codice Penale!!!

Commenti

Se vuoi commentare questo o altri articoli, puoi unirti agli amici dello Studio Legale Fava che si incontrano tutti i giorni sulla nostra pagina Facebook.